ADT SU YOUTUBEADT SU TWITTER Amici della Terra Irpinia ADT SU FACEBOOK ADT SU VIMEO ADT RSS ADT su FLICKR

Si illustra il report su idee e contributi dei cittadini avellinesi per il nuovo volto del salotto buono del capoluogo

Saranno presentati martedì 30 ottobre, alle ore 10.30, in una conferenza stampa, presso il Nael Lounge Bar di Galleria Ercolino (Avellino), i risultati del sondaggio pubblico sulla riqualificazione di Piazza Libertà. L’analisi, promossa ed elaborata dall’Associazione “Amici della Terra Irpinia”, club che dal 1997 si occupa di politica ambientale e rientrante in “Friends of the Earth International” (tra i network ambientalisti più diffusi al mondo), ha visto, in cinque mesi, la distribuzione di 300 questionari somministrati ai cittadini del capoluogo. Obiettivo: raccogliere idee e contributi utili alla definizione delle linee guida per il bando comunale di progettazione connesso alla nuova destinazione d’uso del salotto buono della città. All’incontro interverranno gli architetti Luca Battista e Raffaele Spagnuolo rispettivamente alla guida provinciale e regionale dell’Associazione “Amici della Terra”.
A loro, il compito di illustrare, in una press conference breakfast proprio alle spalle della piazza avellinese, le risultanze derivanti dal sondaggio e racchiuse poi in uno specifico report. “Lo screening – spiega il presidente Battista – nasce da un’azione di sensibilizzazione ed informazione sui processi di partecipazione collettiva alla definizione di strategie urbanistiche della città”. “Sostanzialmente lo scopo – continua – è stato quello di coinvolgere in un processo di ascolto la comunità con un intervento teso a creare un’opportunità di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica”.“Abbiamo – aggiunge il presidente Spagnuolo – preparato un questionario con domande a struttura chiusa, per sondare quanto i cittadini desiderino intervenire alle scelte ed esprimere ciò che fa parte della loro visione della Piazza Libertà e di uso della stessa”. “Il dossier che ne fuoriesce – conclude – è un contributo di cui l’Amministrazione comunale potrà tenerne conto per definire il programma di indirizzi ed obiettivi da elaborare alla base del concorso di progettazione per la riqualificazione di Piazza Libertà” .

WEB_LOC_piazza conf_st copia

Auto elettrica, spazi urbani ed efficienza energetica

Inserito da: Amici della Terra Irpinia data 12 maggio 2012 AGGIUNGI COMMENTO

auto elettrica_2Ha suscitato grande interesse il seminario sull’auto elettrica, organizzato il  9 maggio 2012 a Roma dagli Amici della Terra e dall’Arel. Infatti, il tema è di attualità per via del disegno di legge d’iniziativa del Governo “Norme per lo sviluppo di spazi verdi urbani”, già approvato dal Senato con modificazioni in seconda lettura e ora all’esame della Camera. Il ddl all’art.6 prevede alcune disposizioni atte a favorire il risparmio e l’efficienza energetica mediante l’attivazione di investimenti in centraline di ricarica per veicoli elettrici, sia in aree pubbliche che private.
In base al testo approvato al Senato, gli enti locali dovranno prevedere nei piani urbani ed extraurbani per la mobilità disposizioni per lo sviluppo di una rete pubblica di ricarica per i veicoli elettrici. Inoltre, le società di distribuzione di energia elettrica potranno usufruire di un sistema tariffario dedicato per realizzare e installare su suolo pubblico dispositivi di ricarica dei veicoli a trazione elettrica dotati di misuratore elettronico telegestito. E’ anche prevista una semplificazione delle regole condominiali per installare infrastrutture di ricarica all’interno delle aree condominiali.
Nella sua relazione introduttiva Andrea Molocchi, degli Amici della Terra, ha preso in considerazione gli studi più recenti promossi dalla Commissione Europea, i quali confermano le potenzialità dell’elettrificazione del trasporto privato in termini di efficienza energetica, riduzione delle emissioni di CO2 e riduzione degli inquinanti in ambito urbano. Pur effettuando un confronto corretto e tenendo conto delle emissioni delle centrali elettriche, l’auto elettrica consente un salto rilevante nell’abbattimento delle esternalità ambientali della mobilità. Nello stesso tempo, le proiezioni sull’evoluzione futura dei costi di proprietà e gestione dei veicoli elettrici (cosiddetto TCO – Total cost of ownership), calcolati in relazione sia ai costi attesi di acquisto dei veicoli elettrici sia ai risparmi energetici e di gestione dei veicoli stessi, evidenziano che l’auto elettrica non si prospetta come una soluzione economicamente conveniente per gli utenti: il parallelo miglioramento atteso dell’efficienza energetica dei veicoli a propulsione termica sembra prospettare una maggior convenienza economica di quest’ultimi almeno fino al 2030. Pertanto, sostiene Molocchi, solo una appropriata valorizzazione, economica e regolatoria (diritti di accesso, mobilità, parcheggio, etc.) dei benefici ambientali dell’elettrificazione del trasporto privato, realizzata nell’ambito di una strategia nazionale di sostegno alla realizzazione della rete di ricariche e alla diffusione dei veicoli e di coordinamento delle iniziative degli enti locali, può consentire un’ottimizzazione delle politiche sull’auto elettrica. Continua a leggere »

damedia new media agency

Amicidellaterrairpinia.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
Gli autori dei post dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post stessi; eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilita' di persone terze non sono da attribuirsi agli autori.
Alcune delle immagini presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattare gli autori per chiederne la rimozione.