ADT SU YOUTUBEADT SU TWITTER Amici della Terra Irpinia ADT SU FACEBOOK ADT SU VIMEO ADT RSS ADT su FLICKR

Una Butterfly House per l’Irpinia. Una proposta da Lepidoptera.

Inserito da: Amici della Terra Irpinia data 16 giugno 2011 AGGIUNGI COMMENTO

PROSP. CASA

Il 5 giugno ricorre la Giornata mondiale dedicata all’Ambiente, un anniversario che si celebra dal 1972, quando a Stoccolma si svolse il primo di una serie di grandi meeting internazionali sui problemi ambientali.
La Giornata è l’occasione per sensibilizzare con varie iniziative, l’opinione pubblica, i governi e le istituzioni ai temi chiave della salvaguardia dell’ambiente inteso come spazio naturale, habitat umano ed animale, oasi di vita, luogo di sviluppo e benessere.
La Casina del Principe di Avellino, da otto settimane, sta ospitando “Lepidoptera: nel mondo delle Farfalle” . L’apertura dell’ecomuseo si protrarrà fino al 19 giugno grazie alla garbata domanda dell’assessore alla cultura Gennaro Romei. I tantissimi visitatori, venuti anche da fuori provincia, hanno vissuto con modalità dirette ed emozionali, il significato della biodiversità, cogliendo la pienezza della molteplicità e della varietà della natura. Hanno partecipato alla applicazione di un metodo che promuove una nuova cultura di rispetto e di cura per il mondo e determina il valore della cultura dell’ambiente come elemento trasversale che crea e fa riconoscere legami tra le dimensioni economiche, sociali ed ambientali della sostenibilità.
L’Ecomuseo, altresì, non è soltanto dedicato a questo splendido e metamorfico insetto, ma contiene anche una sezione dove vengono illustrate due proposte per l’Irpinia che caratterizzano il contesto territoriale del Sistema Urbano di Avellino.
La prima riguarda la necessità di riprendere la discussione sulla effettiva delimitazione territoriale di un nuovo Parco Naturalistico Regionale, il Vallo Lauro Pizzo Alvano, istituito nel 2007 e che deve interessare anche il territorio di Avellino.
La seconda, può entrare a gran diritto nel riavviato dibattito sulle scelte strategiche relative alla pianificazione del Sistema Urbano di Avellino.
Un’area di notevole estensione, circa 75 ettari, il Bosco Materdomini di Aiello del Sabato, è ormai dal settembre 2007 riconosciuto come Parco Urbano di Interesse Regionale ai sensi della L.R. 17/2003.
Il Parco Urbano di Aiello favorisce la creazione di un polmone verde per il riequilibrio ecologico delle aree urbanizzate inserite nel contesto territoriale ad elevato impatto antropico di Avellino, Atripalda e Solofra.
Come ogni area protetta, in chiave di sostenibilità ambientale, può definirsi un volano per la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo socio–economico del territorio.
Proprio in questa ottica, il luogo – nella parte di proprietà pubblica – è interessato da un programma approvato sin dal 2008, di strutture ed infrastrutture ad elevata compatibilità ambientale e funzionale alle valenze ecologiche e naturalistiche dell’area.
Un centro scout, piccoli alloggi per la ricettività stagionale, sentieri attrezzati ed a tema, sistemazioni delle sorgenti , aree attrezzate, sono le funzioni ormai in corso di realizzazione e che rappresentano a nostro avviso, solo la cornice alla funzione ed alla struttura più significativa, vero cuore del Parco, e lasciata per ora in standby:la Butterfly House.
La struttura, evocativa farfalla planata nel bosco di Aiello , è un centro di Educazione Ambientale; un edificio-serra destinato alla vita, catalogazione e musealizzazione delle farfalle , oltre che essere Parco Didattico tematico, specializzato in percorsi naturalistici caratterizzati da essenze floristiche nutrici per la rimmissione nell’habitat di popolazioni di farfalle locali tali da garantire l’entomofauna di riferimento.
Diversi sono i punti di forza dell'impianto di una Butterfly House nel sistema urbano di Avellino, unico esempio dall'Umbria alla Calabria, con un conseguente enorme potenziale target di visitatori interessati. Significativo potrebbe essere lo sviluppo di un indotto collegato alla struttura (ristorazione, attività ricettive, ma anche artigianato), con conseguenti benefici per l'occupazione.
Aiello e l'Irpinia , potrebbero attestarsi, come punto di riferimento per la comunità scientifica nazionale ed internazionale, Università e scuole, per I'osservazione, lo studio, l'approfondimento e la discussione delle tematiche correlate alla biodiversità, agli ecosistemi ed agli interessantissimi cicli di vita che al loro interno si sviluppano.
Inoltre,la Butterfly House diventa eccezionale mezzo per lo sviluppo di una "Economia Sostenibile" che possa essere attuata nei paesi d'origine delle specie di farfalle presenti nella serra. Con gli acquisti di crisalidi, bozzoli ed esemplari per la conservazione, infatti, si favoriscono le economie dei loro paesi d'origine, che troppo spesso non riescono a trarre beneficio dalle spettacolari e preziose risorse naturali presenti sui loro territori.
Infine, la posizione strategica della zona interessata dal progetto, non lontanissima dai grandi attrattori turistici della costa campana, ed ancor più vicina a siti di interesse religioso quali il Santuario di Montevergine, favorisce la possibilità di creare un "circuito turistico allargato".

Luca Battista

La Casina del Principe si trasforma nel Mondo delle Farfalle.

Inserito da: Amici della Terra Irpinia data 11 aprile 2011 AGGIUNGI COMMENTO

CONTO ALLA ROVESCIA PER LEPIDOPTERA

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE  13 APRILE. COMUNE DI AVELLINO

Dal 15 aprile al 5 giugno(prorogata al 19 giugno) un museo entomologico, una butterfly house, un cineforum per bambini, un convegno, un concerto ed una performance teatrale per parlare di biodiversità a grandi e piccini

bar_farfalle_1

Avellino, 11 aprile 2011 – “Dove ci sono le farfalle la vita è migliore anche per l'uomo”, sostengono da decenni all’unisono naturalisti ed entomologi. Insieme alle api, le farfalle costituiscono un indicatore più che attendibile dello stato di salute dell’ambiente circostante. La città di Avellino si prepara ad ospitare un’importante kermesse – che unisce didattica, sensibilizzazione ed intrattenimento – su un tema tanto attuale quanto delicato, denominata “Nel mondo delle farfalle – Lepidoptera, un ecomuseo entomologico” -, promossa dall’associazione Amici della Terra in collaborazione con il Comune di Avellino e con i patrocini della Provincia di Avellino, del Miur e del Ministero dell’Ambiente. 

Si svolgerà mercoledì 13 aprile 2011, alle ore 11.00, presso il Comune di Avellino, la conferenza stampa di presentazione della rassegna “Nel mondo delle farfalle – Lepidoptera, un ecomuseo entomologico” -, promossa dall’associazione Amici della Terra in collaborazione con il Comune di Avellino e con i patrocini della Provincia di Avellino, del Miur e del Ministero dell’Ambiente.  

 Interverranno il sindaco di Avellino, Giuseppe Galasso, il presidente regionale dell’associazione Amici della Terra Raffaele Spagnuolo, gli assessori comunali alla Cultura, Gennaro Romei, e al Patrimonio,Franco Mercuro, l’assessore provinciale all’Ambiente Domenico Gambacorta, la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Rosa Grano, il comandante provinciale della Guardia ForestaleGerardo Panza, il dirigente dello Stapa-Cepica Alfonso Tartaglia ed il sindaco di Aiello del SabatoAntonio Caputo.

Per quasi due mesi la Casina del Principe di Avellino si trasformerà in un vero e proprio ‘regno delle farfalle’: qui verranno allestiti un ecomuseo da 65 ml. – centinaia di esemplari di farfalle africane, asiatiche e sudamericane saranno esposte in teche, all’interno di scatole entomologiche ed inoltre sarà presente un enorme modello in 3D per mostrare nel dettaglio la morfologia di questo splendido insetto – e, nel giardino della Casina, una suggestiva ‘Butterfly House’, una serra-voliera di 40mq che riprodurrà un vero e proprio habitat dal clima tropicale all’interno del quale sarà possibile ammirare da vicino rari e meravigliosi esemplari di farfalle in volo o intente a corteggiarsi. Citiamo, ad esempio, la ‘Idea Leuconoe’ delle Filippine, definita “Aquilone di carta” per la leggiadria quasi ipnotica del suo volo, la ‘Morpho Peleides’ del Costa Rica, con le sue ali di uno sgargiante blu metallizzato e la ‘Papilio palinurus’ con le sue meravigliose ali screziate di verde smeraldo. 

Un preziosissimo strumento didattico per tutte le scuole della città: attraverso visite guidate della durata di 90 minuti, gli studenti, partendo dal caso di specie, scopriranno dove nascono le farfalle – mediante l’esperienza del Butterfly Farming – per poi arrivare al tema più generale della salvaguardia della biodiversità. Tema a cui è dedicato un altro appuntamento della rassegna: il cineforum per bambini in programma nel mese di maggio ogni domenica mattina. Sempre a maggio, ogni martedì, si svolgerà il laboratorio seminativo ‘Un giardino per le farfalle’, mentre sabato 14  maggio si anticiperà la celebrazione della Giornata mondiale della Biodiversità (22 maggio) con un importante convegno dal tema “Farfalle come indicatore di salute del pianeta. Buone pratiche per una economia sostenibile solidale e globale”. Per l’occasione, saranno ad Avellino l’entomologo Enzo Moretto, presidente della commissione etica dell’Iabe (International Association of Butterfly Exhibitions) ed Ernesto Rodriguez direttore della Butterfly Farm El Bosque Nuevo in Costa Rica. 

La rassegna si concluderà domenica 5 giugno (prorogata poi al 19 giugno), in contemporanea con la Giornata mondiale dell’Ambiente, con una serata a base di animazione teatrale e musicale, “Della stessa materia delle stelle”, a cura del Clan H e con la musica live degli Album Zootique.

Per il programma completo della rassegna  clicca qui 

invito_lepidoptera

Nel Mondo delle Farfalle.Dal 15 aprile al 19 giugno.

Inserito da: Amici della Terra Irpinia data 31 marzo 2011 AGGIUNGI COMMENTO

Butterfly dayA partire dal 15  aprile  e fino al 5 giugno (Giornata Mondiale per l’Ambiente)  - ma poi prorogata al 19 giugno – sarà possibile visitare, presso la Casina del Principe di Avellino, circa 65 metri lineari di esposizione di farfalle in teche e suggestionarsi alla presenza di esemplari vivi contenuti nella “Butterfly House” che sarà allestita all’interno di una serra-voliera di 40 Mq.

Fin dal loro ingresso nell’area espositiva del Museo, i visitatori avranno la sensazione di immergersi nei meravigliosi e lussureggianti habitat delle foreste tropicali  di Asia , Africa e Centro-Sud America, splendidamente rappresentati da centinaia di esemplari conservati in scatole entomologiche ed accompagnati da esaurienti didascalie.

Ma è nella “Butterfly House” che lo stupore e la curiosità della visita introduttiva si trasformeranno in puro coinvolgimento sensoriale ed emotivo: nella serra, infatti, verrà ricreato un vero e proprio “angolo tropicale”, dove meravigliose farfalle di svariate specie potranno essere ammirate dal vivo mentre volano leggere, si nutrono, si corteggiano, si accoppiano, e non di rado si posano delicatamente sul volto, sulle mani o sugli indumenti dei visitatori, che a quel punto avranno la sensazione di vivere una esperienza stimolante ed esclusiva.

Vedere volare davanti ai propri occhi splendide specie quali l’ Idea Leuconoe delle Filippine, definita “Aquilone di carta” per la leggiadria quasi ipnotica del suo volo, la Morpho Peleides del Costa Rica, con le sue ali di uno sgargiante blu metallizzato, la Papilio palinurus e le sue meravigliose ali screziate di verde smeraldo, la Caligo eurilochus, detta “Farfalla-civetta” per via dei grossi occhi perfettamente disegnati sulle sue ali che ricordano in maniera impressionante quelli dell’uccello da cui prende il nome,  o toccare con mano esemplari vivi della Farfalla cobra, l’Attacus atlas, che con i suoi 30 centimetri di apertura alare viene ritenuta a ragione la più grande farfalla esistente, è una sensazione  unica ed irripetibile che consigliamo vivamente, in quanto altamente educativa sia per le scuole che per tutte le altre fasce di pubblico.

Una mostra che concluderà la Visita Guidata, realizzata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, introdurrà al concetto della Biodiversità che a sua volta prende inizio con la  visione di un documentario naturalistico sul significato delle Butterfly Farming dal titolo Dove nascono le farfalle.

In accordo con le più moderne concezioni a livello internazionale, si propone quindi di diffondere  l’idea dell’EcoMuseo Vivente che sia  strumento di conservazione della fauna, centro di studio e ricerca e soprattutto per la economia di questo programma innanzitutto come “scuola di educazione naturalistico-ambientale” nell’ottica dell’avanzamento di un processo culturale che specifichi ed attualizzi l’idea della sostenibilità .

Entrate con entusiasmo “nel mondo delle farfalle”.

Per info ed approfondimenti:

LOGO

Please click here to buy buy viagra online viagra online Australia click here viagra online , viagra nfuwbfiubwcece434 rr , cialis ,http://ukfarmok.com/ offers a lot of quality viagra pills. Fastest delivery for you! Viagra UK Pharmacy

damedia new media agency

Amicidellaterrairpinia.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
Gli autori dei post dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post stessi; eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilita' di persone terze non sono da attribuirsi agli autori.
Alcune delle immagini presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattare gli autori per chiederne la rimozione.