ADT SU YOUTUBEADT SU TWITTER Amici della Terra Irpinia ADT SU FACEBOOK ADT SU VIMEO ADT RSS ADT su FLICKR

I corridoi fluviali per un’idea di sviluppo dell’Irpinia

Inserito da: Amici della Terra Irpinia data 27 agosto 2011 AGGIUNGI COMMENTO

La compagine di Amici della Terra irpinia è in piena attività, in questo fine agosto,per mettere a punto tutte le azioni previste  nel  progetto a valere sul PSR 2007-2013 Misura 323 “Sviluppo, tutela e riqualificazione del patrimonio rurale” Tip.a.  e la cui tipologia esecutiva comprende iniziative di sensibilizzazione ambientale miranti alla diffusione ed alla condivisione delle esigenze di tutela della aree natura 2000 e dei siti di grande pregio naturale.

Il progetto ha per titolo: “Tra i SIC i corridoi ecologici. I corridoi fluviali irpini. Le connessioni del paesaggio nelle discontinuità antropiche”, fa parte di un integrato programma di azioni di sensibilizzazione, promozione e workshop scientifici che riguarda l’intera Rete dei Corridoi ecologici fluviali irpini, come definiti ed individuati nel Piano Territoriale Regionale vigente

Il progetto, che prevede la integrazione tra workshop, escursioni naturalistiche, concerti, produzione di linee guida, pubblicazioni, sito web, documentario, è finalizzato a condividere un modello originale di sviluppo sostenibile per il territorio provinciale, considerando le emergenze ambientali e paesaggistiche quali le aree SIC, ZPS, parchi regionali, corridoi ecologici, etc.


In estrema sintesi l’idea originale di sviluppo sostenibile per l’Irpinia – che potrà rendere esaustiva prendendo visione dei materiali allegati – prende vita a partire dai corridoi ecologici composti dalle aste fluviali quali il Calore, l’Ofanto, il Sabato, l’Ufita/T. Sarda e il Fiumarella/Calaggio. Tali corridoi ecologici collegano le Aree naturalistiche della Rete Natura 2000 e i siti di grande pregio paesaggistico con una elevata complessità ecosistemica.


A partire da queste “emergenze” naturalistiche, non sempre in buona salute, prende vita l’idea di sviluppo che coniuga l’aspetto naturalistico paesaggistico con quello economico, mettendo a sistema la fruizione dei corridoi insieme alle realtà economiche che intorno a loro si sviluppano. Tali realtà economiche sono quelle tradizionali, quali l’agricoltura, l’artigianato, il turismo ambientale e dei borghi, etc. e quelle innovative quali: la land art, lo sport e la salute, l’architettura del paesaggio, la descrizione e rappresentazione della risorsa naturale, etc.
L’obiettivo è quello di costituire un tessuto connettivo che restituisca nuova identità al territorio che, dal terremoto del 1980 in poi, si è andata progressivamente depauperando. La finalità quindi è realizzare un sistema di relazioni economiche territoriali intorno alla fruizione dei corridoi ecologici e delle attività ad essi collegate capaci di aumentare il PIL provinciale, andando anche oltre tale indicatore puramente economicista attraverso la valutazione di altri indicatori, includenti tutte le dimensioni dello sviluppo sostenibile (culturali, sociali, ambientali, umane).

Già è possibile iscriversi ai workshop che inizieranno giovedì 1 settembre a Castelvetere sul Calore.

Per approfondimenti clicca qui.

Per un’idea originale di sviluppo sostenibile per l’Irpinia

Inserito da: Amici della Terra Irpinia data 25 agosto 2011 AGGIUNGI COMMENTO

acuqa_mad_webWorkshop con docenti universitari, laboratori per bambini, escursioni, concerti. Un mese di eventi gratuiti per la valorizzazione dei principali corridoi fluviali d’Irpinia – Calore, Sabato, Ofanto, Ufita/T.Sarda, Fiumarella/Calaggio – e la sensibilizzazione sul tema dello sviluppo sostenibile. Sono solo alcuni dei contenuti del progetto “Tra i Sic i corridoi ecologici – Le connessioni del paesaggio nelle discontinuità antropiche”, promosso dall’associazione di politica ambientale “Amici della Terra Irpinia” ed inserito nel Psr Campania 2007-2013. Dal primo settembre al due ottobre docenti provenienti da tutto il Centro-Sud terranno seminari sul tema dell’economia ambientale destinati a studenti, professionisti ed associazioni; si terranno escursioni a Montella, all’oasi Wwf di Conza della Campania, a Serino, ad Aquilonia e a Bonito; i bambini delle scuole elementari impareranno a ‘percepire’ il paesaggio attraverso suoni, colori ed odori con i laboratori di pittura e di ‘schedatura affettiva’; artisti di fama nazionale – tra cui spiccano i nomi di Nada e Cristina Donà – si esibiranno in un orario insolito (le 16.00) tra gli scenari più suggestivi della verde Irpinia. Il ricco programma del progetto verrà illustrato nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà martedì 30 agosto 2011 alle 11.00 presso la nuova sede di “Amici della Terra”, in via C. Colombo 68 ad Avellino. Interverranno i coordinatori del progetto Raffaele Spagnuolo e Luca Battista.

damedia new media agency

Amicidellaterrairpinia.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
Gli autori dei post dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post stessi; eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilita' di persone terze non sono da attribuirsi agli autori.
Alcune delle immagini presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattare gli autori per chiederne la rimozione.